Dizionario Ladino d'Oltrechiusa - Italiano   inizio

 

Totale lemmi: 81


e cong., e, ed.

èco¹ inter., ecco.

èco² (-che) m., eco, risonanza.

economìa (-mìes) f., economia; risparmio. Laurà a -, lavorare a economia. Fài, B.V., fèi -, economizzare, realizzare risparmio.

èdera¹ f., edera (Hedera helix).

èdera² salvàrga * règhigna.

èdol (B.V.) * àido.

èe inter., comando al cavallo di fermarsi.

èi (B.V.) * ài.

èibe (B.V.) * àibe.

él (ì o lori) pron. 3 sing. m., egli, lui, esso.

éla (-les o lόres) pron. 3 sing. f., lei, ella, essa.

éles * ela.

éli * elo.

èlma (-mes) V., vélma, Vin., scràssigna, f., bica di fieno caricata su lunghi rami d’alberi da foglia, o qualora sia legna con gli stessi rami di resinosa, per essere trascinata in luogo accessibile ai carri ( dovrebbe dirsi in tal modo da l nome dell’ontano nero, che nel Fodom è chia­mato “vélme”. Le fronde di quwesta pianta age­volano infatti lo scorrimento del carico sul terre­no). INVV., 1611, “…factionis velmae foeni”.

élo (-li) m., éla (-les), f., forma vb. interr., è lui, egli? che espr. uno stato, usata come “alo” nella costruzione indiretta. – stà malà o sàn, è stato (egli, lui) ammalato o sano?

ème m., gancio a emme sui due lati del collare del cavallo; uno serve per le tirelle; l’altro per eventuali bisogni.

éndena (-nes) f., testa del femore; margine del campo a monte. Voltà l -, vangare la striscia di terreno che rima­ne dall’aratura a monte del campo.

èntra (i -) loc., entrano ossia suonano con le campane la prossima entratura della messa domenicale.

entràda (-des) f., entratura, ingres­so; entrata, reddito.

entrànte agg. n., entrante; colui che cerca con belle maniere di intrufolarsi do­vunque.

èntro pp., entro, in, fra, tra.

èo inter., ehi! – visto come?, ehi, hai vi­sto come?

Epifanìa V., Paschéta, f., Epifania.

èra (-res) f., aiuola; aia per la batti­tura del grano nel fienile, ricavata dal­l’area della * pianizàda. Na – de fiores, un’aiuola di fiori. Na – de salata, un’aiuola d’insalata. L – da bate, l’aia per la bat­titura del grano.

èrba¹ (-bes) f., erba.

èrba¹0 de Adamo S., man de Adamo e Eva, f., fior di cuculo (Lycnis flos).

èrba¹¹ dei meno ànes f., erba della gioven­tù.

èrba¹² de san Duàne o réia de iόro f., orecchio di lepre detta di S. Giovanni coincidendo la sua fioritura con la fine di giugno (Melan­dryum rubrum).

èrba¹³ gramìgna * èrba cordèla.

èrba² bartònega S., betonega, betonica (Betonica officinalis).

èrba³ betònega * e. bartònega.

èrba&sup4; ciamorzèra (S.) f., genepì (Artemisia laxa).

èrba&sup5; cordèla o gramìgna f., gramigna (Triticum repens).

èrba6 cortélosa f., gramigna bastar­da (Triticum caninum).

èrba7 da dόta * sgràssola.

èrba8 da tai B.V., tèi, * piantài.

èrba9 da tèi (B.V.) * piantài.

erbèra (-res) f., fattucchiera, stregona.

erbόs, sa agg., detto di prato o stagione abbondante di erba.


 

info@istitutoladino.it

Iscriviti alla nostra newsletter

Nome


E-mail


Iscriviti


Cancellati