Dizionario Ladino d'Oltrechiusa - Italiano   inizio

 

Totale lemmi: 483


màna f., nome generico che si dà al grano al momento in cui è ta­gliato (* méde); ogni specie riavrà il suo nome specifico solo dopo che sarà in chicchi; fino allora, di qua­lunque fase si tratti, vol­tare, secca­re, portare, preparare per la batti­tura si riferirà sempre alla -.

manàda (- des) f., manata; sberla; schiaffo.

manadà tr. 1, maneggiare; adoperarsi per far ottenere qualcosa ad altri.

manarguó (- guos) m., piccola mannaia per uso domestico.

manazà tr. 1, minacciare. Intr., minacciare del tempo.

mancià intr. 1, mancare; essere assente; difettare.

mànco agg., meno. - bon, meno buono. - brao, meno bravo. Al zucro, B.V. zucher l é – dolze del miel, lo zucchero è meno dolce del miele.

mancoà tr.1, (lett. covare con le mani), accarezzare, specie cani e gatti e per trasl. viziarli. Finissela de – chel iate che no l ien da nia, smetti di accarezzare quel gatto al­trimenti si vizia, perderà il suo istinto.

mancomàl avv., meno male; di­scretamente.

mànda (- des) f., manza, mucca che non ha ancora figliato.

mandà tr. 1, mandare; spedire; inviare. Se no te la fenisses, te mando in malora, se non la finisci ti mando alla malora.

mandàda (- des) f., mandata; turnata.

mandéto (- te) (f., a), m., vitellone.

màndo (- de) m., manzo.

màndola (- les) f., mandorla. Oio de -, olio di mandorla.

mandolàto m., mandorlato, torrone.

mànega (- ghes) f., combriccola, accolta di gentaglia; farabutti o innocui chiassoni; fitta di legnate.

manegòto (- te) m., manicotto; polsini della camicia.

manéio (- ie) m., maneggio; armeggio.

manèl (- niei) m., mannello; fascina. - de fen, m. di fieno. - de frassìgnes, m. di legna minuta, cimoli. - de mana, m. di spighe.

manèra (- res) f., ascia da boscaioli usata in casa solo per spaccare la legna più grossa e dura.

maneràl (- rai) m., occhiello, buco fatto negli utensili da immanicare.

manéza f., manovella per trapano; impugnatura della mano sin. nel manico della falce fienaia.

manézes f. pl., guanti.

manezìn m. pl., guanti che ricoprono solo il palmo e l`ultima falange lasciando il resto libero come gli attuali nostri da guida.

manfrìna f., monferrina, danza.

manganèl (- niei) m., randello di legno duro usa­to per stringere le catene che legano il carico su car­ro o slitta.

mangàre * magàre.

mània (- nies) f., manica; condotto d`acqua in fibra vegetale. Meda manies, mezze maniche nel costume; indumento a mezza ma­nica. Voltà su la manies, rimboc­care le maniche. Tirà su o rassà su la manies, tirar su le maniche fa­cendole scivolare.

maniéra (-res) f., maniera; modo di fare, tratto. Ai, B.V. ei proà duta la manieres, co la beles e co la bones, ma zenza iavà nia, ho provato in tutte le maniere ma senza risultato.

manigóldo (- de) m., manigoldo.

manìna (fài, B.V. fèi) loc., far catena per caricare, scaricare.

manoàl (- ai) B.V., manovàl; detto di pers. rozza, grossolana, ignorante.

manoèla (- les) B.V., manovèla, f., manovella.

manós, sa agg., manoso; oggetto, tessuto morbido, trattabile.

manovàl (B.V.) * manoàl.

manovèla (B.V.) * manoèla.

mansionarìa f., mansioneria, ufficio e proventi del mansionario.

mansionàrio (- rie) m., mansionario, sacerdote titolare di un man­sionariato; colui che sposando va ad abitare in casa della moglie (* cùco).

mantegnì o mantenì tr. 3, man­tenere, sostenere.


 

info@istitutoladino.it

Iscriviti alla nostra newsletter

Nome


E-mail


Iscriviti


Cancellati