Dizionario Ladino d'Oltrechiusa - Italiano   inizio

 

Totale lemmi: 130


na *an.

Nadàl m., Natale.

nàdies f. pl., sorta di irretimento fatto con frasche di alberi da foglia sotto la legatura sulla parte posteriore del carro di fieno che rima­ne la più scoperta, per evitare perdite di fo­raggio lun­go il tragitto.

nàina (-nes) o nènia f., nenia, cantilena monotona; detto di pers. che dice o racconta sem­pre le medesime cose.

nàna f., nanna.

nanà tr. 1, cullare; dondolare. Son tanto straco che no me ocore de esse -, sono tanto stan­co da non aver bisogno di essere cullato (per dormire!).

naòta che loc., una volta, un tempo; una volta che, giacché, poiché.

nàpa (-pes) f., cappa del camino.

nàpola (-les) V., ràpola, f., lappola, bardana, pianta e frutti (Lappa maior).

napoletàna (-nes) f., napoletana, serie di 3, 2 e asso dello stesso colore nel gioco delle car­te.

narànza (-zes) f., arancia.

nàs m., naso. Aé, B.V., avé -, aver fiuto.

nasà o nusà B.V., snasà o snusà, tr. 1, annusare, fiutare.

nàssa (-ses) f., nassa, trappola per pesci.

nassacé B.V., nassacè, pron., qualche, qualcosa, qualche cosa. Scota che te digo -, ascol­ta che ti dico qualcosa. Faso – laoreto, faccio qual­che lavoretto.

nàsse intr. 2, nascere; germogliare di seme.

nàssita (-tes) f., nascita.

nassù, da agg., nato; germogliato.

natìo, a B.V., nativo, agg., nativo, nato in altro luogo; oriundo.

natùra f., natura, tutto ciò che si vede; organi genitali m. e f.

naturàl¹ (-rài) m., complesso dell’indole, del carattere di una persona.

naturàl² agg., naturale, genuino, spontaneo.

nàuze (-zes) S., nòuze, m., trogolo del maiale (* làipo).

navesèla (-les) f., navetta del telaio della macchina da cucire.

né, né cong., né, né. – auto, S., outo – bas, né alto né basso. – bianco – negro, né bianco, né nero. – ca – là, né qui né là. – chesto – chel, né questo né quello. – curto – longo, né cor­to né lungo. – dì – nuote, né giorno né notte. – gran – piciol, S., pizo, né grande né piccolo. – gras – magro, né gras­so né magro. – incuoi – doman, né oggi né domani. – mona – fur­bo, né coglione, né furbo.- pi- manco, né poco né tanto,. – sora – sote, né so­pra né sotto. – sotil – gros, né sottile né grosso. – su – do, né su né giù. – testa - coda, né testa né coda.

neà tr. 1, negare.

nèdia * inedia.

nèdui (B.) * àido.

négro, a agg., colore nero.

nèlo (-le) (f. a), m., vezzegg. di agnello o pecora non ancora adulta.

nemìgo, a agg., nemico.

nènia * nàina.

nès, a agg., vezzegg. di bambino. Al mè – o la mè nèssa, il mio bambino, il mio tesoro.

nèsa (B.) * inèdia.

nessùn¹ (pl. B.V., nessùne) pron., nessuno.

nessùn², a agg., nessuno.

netà tr. 1, nettàre, pulire, lavare.

netìsia f., pulizia a fondo, generale; trasl. far piazza pulita, disfarsi di ogni cosa: L à fato benedeta la -!

néto, a agg., netto, pulito.

neveà intr. 1, nevicare.


 

info@istitutoladino.it

Iscriviti alla nostra newsletter

Nome


E-mail


Iscriviti


Cancellati