Dizionario Ladino d'Oltrechiusa - Italiano   inizio

 

Totale lemmi: 130


neveàda o nevèra f., nevicata abbondante.

nevóda (-des) f., nipote.

nevό (-vόs) o nevόdo (-de) m., nipote.

nevόdo *nevό.

nèza (zes) f., nipote donna. INVV., 1681, … a sua nezza Zuanna.

nezessàrio¹ (-rie) m., latrina. ACC., 1490, fiat unus necessarius.

nezessàrio², a agg., necessario; bisogno. Sto sarvise l m è -, questo attrezzo mi è neces­sario.

nezessità (-tàs) f., necessità, bisogno.

nìa de nìa loc., niente di niente; nulla di nulla.

nìa avv., niente, nulla. Pi -, più nulla. No l à -, non ha niente; sta bene anche di salute (for­se l’analogo avv. nùia di Cortina, Auronzo, Lozzo, Vigo e Oltrepiave, è una corruz. di nulla).

nicio (-ce) m., cavalletto girevole infisso al muro nella nicchia del focolare che regge il paiolo (* santantòne, iόna, ciàura e ciadena da fuò).

nìda f., latticello; latte denso che rimane dopo fatto il burro.

nidàze S., nidòze, m., siero che ri­mane del lat­te dopo ricavato tutto ciò che offre.

nidòze (S.) * nidàze.

niéve m., neve. Al – duro; al – iazà, la neve dura, ghiacciata.

nina¹ (-res) f., colchico e croco, det­to anche fior de la rogna (colchicum autumnale e Crocus verno).

nìna² del radicio loc., pappo, infruttescenza del tarassaco formata dai semi sospesi a piccoli paracadute.

nino * mìcio.

nìol S., nùol, m., sottile strato nuvoloso; foschia.

nìola (-les) S.B., nùola, f., nuvola.

niolà S.B., nuolà, intr. 1, annuvolarsi del tempo.

niolόs sa, S.B., nuolόs, agg., nuvoloso.

nìsba * nìa de nìa.

nizà tr. 1, intaccare cosa intera; incignare. Intr., prodursi intertrigine. No stà a – l pan, non intaccare il pane. M ài, B.V., èi – intrà la braghes, ho un’intertrigine tra le gambe.

avv., no, negazione assoluta. – no te dago nìa, no, non ti do niente. -, mai pi, no, mai più.

avv., non. – te digo de nò, non ti dico di no. – me seca pi, non mi seccare più.

nòda (-des) modulo fato sulle orecchie degli ovini secondo un codice millenario (taglio, foro, incisione, asportazione geometrica di piccole parti di lobo) che assegna a ciascuna famiglia una particolare disposizione dei simboli che lo compongono, per facilitare ove e quando occorra l’iden­tificazione o meglio a quale famiglia appartenga l’animale.

nodà tr. 1, praticare il modulo sulle orecchie del­le pecore.

nodàro m., notaio.

noèl (noéi) B.V., novèl, agg., novello; neo eletto; novello di pianta.

noéna (-nes) B.V., novéna, f., novena, ciclo di 9 giorni di particolari preghiere che precede qualche solennità liturgica come il Natale: la – de Na­dal, o l’Immacolata concezione: la – de l Imacolata.

noènbre B.V., novènbre, m., novembre.

noghèra * cucèr.

nogherìn, a agg., detto di legno con striature di guasto, non marcio.

noìza (-zes) S., nuìza, f., fidanzata; sposina.

noizàl S., nuizàl, agg., nuziale; tutto ciò che ha attinenza col matrimonio: vestito, camera ecc.

noìze (f., a) S., nuìze, m., fidanzato; promesso sposo dal momento che il fidanzamento diviene ufficiale; giovane sposo.

noledìn (f., a) m., noleggiatore.

noleià tr. 1, noleggiare.

noléio (-ie) o nòlo m., nolo, noleggio; costo del nolo.


 

info@istitutoladino.it

Iscriviti alla nostra newsletter

Name


E-mail


Subscribe


Unsubscribe