Dizionario Ladino d'Oltrechiusa - Italiano   inizio

 

Totale lemmi: 1379


‘sionfà tr. 1, gonfiare; dare troppa importanza a pers. Intr., gonfiare per infiammazione od altro; darsi arie; gonfiare per stizza o livore.

‘siónfadùra f., enfiagione.

‘sionfedà intr. 1, turbinare di neve per il vento.

‘siónfedo m., tormenta.

sàbeda S.B., sàbo, m., sabato.

sabión o sagolón m., sabbione, sabbiagrossa.

sacagnà da, agg., ogg. che simil. al sacco vuoto, si affloscia; persona sfinita da fatica o da sballottamento di viaggio lungo, massacrante.

sacèl m., secchiello dell´acqua benedetta.

Sàco¹ * De Vido.

saco² (-che) m., sacco. -roto ,sacco rotto!

sacocia (B.) * cargné.

sàcola (-les) f., asola, alamaro.

sacomolìn (porta a -) loc., portare un bamb. o altro a cavalluccio.

sacraboltinàina inter., voce senza sign. usata quasi sempre per espr. un senso di meraviglia: eh, cosa dici mai; cosa mi racconti!

sacramàntua inter., eufem. per sacramento come bestemmia.

sacramentà tr. 1, sacramentare, oltraggiare la divinita.

sacramento¹ inter., bestemmia.

Sacramento² (-te) m., uno dei sette Sacramenti della fede cattolica. Arc., giuramento. ARS., 1693, ...i marighi coi loro sagramentadi .

sacranón inter., voce impiegata in varie circostanze con sign. per lo più di imprecazione, talvolta per qualificativo nei riguardi dipersona: L é n -, è un poco di buono, un cattivo soggetto.

sacratàifel inter., voce usata per richiamare all’ordine; biasimare; imprecare; scoraggiare, ecc.

sacretàrio m., segretario comunale.

sacrìlego (- ghe) m., responsabile di sacrilegio; azione scellerata e irriverente.

sacrilèio (-ie) m., sacrilegio.

sacro, a agg., sacro; ogg. pertinente alla chiesa.

sadà tr. 1, rifilare con pialla.

sadadéra (-res) f., 1·rifilatoio per pialla.

saé B.V., savé, tr. 2, sapere, essere colto, istruito; essere a conoscenza. Fai, B.V., féi -, far sapere, portare a conoscenza.

saetà intr. 1, saettare del tempo.

saéta (-tes) f., saetta, folgore, lampo, fulmine; detto di pers. svelta, celere.

saetón (- tói) m., contraffisso o saetta delle capriate.

sagolón * sabión.

sagrà m., sagrato di chiesa.

sàgra¹ (-gres) f., sagra, festa del patrono di paese o villaggio.

sàgra² de la sbolies loc., nome allus. alle ortiche dato a S. alla sagra di Costa (Madonna di Caravaggio, 26 maggio).

saìme m., parte grassa del maiale e della pecora (Iliade, Omero, trad. Monti, IV Libro, verso 425, Ivi il saime saporar vi giova delle carni arrostite).

sal m., sale. – de canal, sale purgativo. – ros, sale pastorizio.

salà tr. 1, salare; insaporire con sale.

sàla¹ (-les) Vin., Can., sàla, B.V., scàla, f., scala; scala a pioli. Arc., polla d’acqua. Sote -, sottoscala, ripostiglio.

sala² a bachéte (Vin.) f., scala a pioli.

salarìna (-nes) f., saliera.


 

info@istitutoladino.it

Iscriviti alla nostra newsletter

Nome


E-mail


Iscriviti


Cancellati