Dizionario Italiano - Ladino Selvano       inizio

 

Totale lemmi: 303


licenziare licenzià vb. tr.

liceo liceo m.

lichene barba f. bot., vegeta sulla corteccia dei larici e degli abeti e penzola anche dai rami (Usnea barbata Ach. e sp. aff.) ( barba de lares, barba de pez); lichen m. bot. lichene o muschio d’Irlanda (Cetraria islandica Ach. e sp. cong.). Il decotto è considerato buono contro il mal di stomaco.

lieto content m. agg. (p1.-enc).

lieve ledier m. agg. (f.-era).

lievitare levà vb. intr. il levare della pasta; mete a levà, far lievitare la pasta; se la pasta no é ben levada no se puol fà fuora le chizuole, se la pasta non è ben lievitata non si possono confezionare le forme di pane.

lievito levà m.; pasta da levà, pasta lievitata; fuoierostide da levà, frittelle fatte con pasta lievitata; germ m.

Liliana Lili n.p.

lillà sicomoro m. bot. (Syringa vul­garis L).

lima lima f. mest.; le lime più comuni prendono i seguenti nomi: lima tonda, cuadra, biscuadra, a cortel, triangol, tondin, raspa, lima fina (per acciaio), greza (da fabbro), lima meda tonda.

limaccia tetavace f. zool.

limaccioso slimech m. agg. (f. slimega); slimech come n s-ciuois, vi­scido come una chiocciola; slimegos m. agg. (f.-osa); limos m. agg. (f.-osa ); lispio m. agg.

limare limà vb. tr.; no sai cie che l lima, non so che cosa sta facendo con tanta attenzione.

limata limada f.; limadura f.

limatura limadura f.

limbo limbo m.; vegneto dal limbo? cadi dalle nuvole?; l somea chi del limbo, assomiglia a quelli del limbo (perché intontito, mezzo addormentato).

limitare limità vb. tr.

limite limite m.; confin m.

limonata limonada f.

limone limon m. bot. (p1.-ogn); dal come n limon, giallo come un limone.

limoso limos m. agg. (f.-osa).

linaiuolo linariol m.

linea linia f.; na linia derta, una linea diritta; rosare de chindes linie, rosario in cui si recitano i quindici misteri; rema f.; visola f.

lingua lenga f.; l à na lenga che taia fer, che taia sas, ha una lingua che taglia ferro, che taglia sassi (tanto dice male degli altri); menà la lenga, sparlare; menà par lenga, denigrare; l à na lenga che la ghe bastasse meda, l à na lenga longia come na vacia, l é na trista lenga, è una gran linguaccia; l ài su la ponta de la lenga, l’ho sulla punta della lingua; lenga de le scarpe, linguetta, striscia di pelle sotto l’affibbiatura delle scarpe; lenga salada, lingua salata (di maiale o di bue); descore m. idioma, parlata; l descore de chi da Rocia, la lingua dei rocchesani.

linguaccia lengata m.; lengaza m. e f.; slengazon m. (p1.-ogn).

linguacciuto slengazon m. (pl. -ogn); lengaza m. e f. persona linguac­ciuta.

linguaggio lengaz m.

linguetta balzana f. lingua della scarpa; lenga de le scarpe f.

lino lin m. bot. (linum. usitatissi­mum L).

liquame laghina f. liquame della stalla; bus de la laghina, canale di scolo del liquame.

liquefare delegà vb. tr. (neve, metalli o altro); impers. 1 delega, la neve si scioglie; colà vb. tr.; colà l fer, fondere il ferro.

liquidare saldà vb. tr.

liquido lusech m. agg. (f. lusia); sta menestra la è lusia, questa minestra è troppo liquida; n bosch lusech, un bosco poco fitto; dì lusech, avere la diarrea.

liquirizia sugo de gorizia m.

liquore licuor m. (p1.-i).

lira franco m.; dies franchi, dieci lire; lira f.

lisca crosola f.; na crosola de saon, una lisca di sapone.

lisciapiante lissa f. mest.

lisciare slissà vb. tr.; desfizà vb. tr. uniformare in modo da togliere le infize, cioè le pieghettature; dolà vb. tr.

lisciata slissada f.


 

info@istitutoladino.it

Iscriviti alla nostra newsletter

Nome


E-mail


Iscriviti


Cancellati