Dizionario Italiano - Ladino Selvano       inizio

 

Totale lemmi: 780


prurito spiza f.

pubblicare publicà vb. tr.; dai fuora vb. tr.; i à dat fuora n sfuoi, hanno pubblicato un giornale.

pubblicazioni publicaziogn f. p1., in genere nel senso di pubblicazioni di matrimonio.

puerile da tosac loc. aggettivale.

pugnale stil m.

pugno pugn m.

pulce pules m.

pulcino pit m. (p1. pic); bagnà come n pit, bagnato come un pulcino; esse pi gram che i pic inte la stopa, essere più impicciati dei pulcini nella stoppa; pitus m.; come n pitus bagnà, come un pulcino bagnato.

puledro pulerin m. (p1. -ign); pulier m.

puleggia zirela f.; p1. zirele, minuscole carrucole per sollevare i licci nel telaio da tessitore.

pulire mondà vb. tr.; desbozolà, desbozolà vb. tr. pulire, ad es. le scarpe dal fango, liberare le dambre dalla neve intorno alle quali si è attaccata, levare le bozole, ripulire; descozà vb. tr. togliere il sudicio; fà mont vb. tr.; netà vb. tr; parà du vb. tr. nettare con movimento dall’alto verso il basso; parete du, pulisciti; parò via vb. tr.; pareme via, puliscimi; remondà vb. tr., con particolare rif. alla ripulitura primaverile dei prati (remondà i prai) e a quella delle mangiatoie: remondà fuora de cianal; curà vb. tr.; rifl. zool. liberarsi della placenta (di vacche, capre): se curà; curà i prai, ripulire i prati in primavera; ventolà vb. tr. pulire il grano.

pulirsi se netà vb. rifl.; zool. se netà, liberarsi della placenta (delle vacche).

pulito mont m. agg. (p1. monc, f. monda); fai mont, pulire, nettare; co le magn monde, con le mani pulite; luster, lustro m. agg. (f. lustra); le mont i é lustre, le montagne sono nitide, senza nubi; mondusol m. agg. (p1. -oi) amante della pulizia; net, neto m. agg.; net e s-cet, netto e schietto, chiaro e tondo; na ciamisa neta, una camicia pulita; l é semper neto, è sempre pulito, senza un soldo.

pulitrice politrice a nastro f. pulitrice a nastro.

pulitura netada f.

pulizia pulizia f.; netigia f.; neteza f.; repulisti m.

pulpito pulpito m.

punfete punfete; sbunfete; slunfete slanfete, voci imitative di rumori prodotti da cose che cadono o buttate con forza, anche slunf e slanf.

pungere becà vb. tr., anche nel senso di pungere d’insetti o di rettili; fen che beca, fieno che punge; l beca, punge (il freddo); la fam la beca, la fame punge, stuzzica l’appetito; ponde vb. tr. (ponde, ponde, ponz, p.p. pont); spignà, spinà vb. tr. pungere con gli spini; spontigià vb. tr.; sponcià vb. tr.

pungiglione spin m. zool. pungiglione delle api.

punire costumà vb. tr. far rigare dritto; i te costuma du, ti puniscono, ti mettono a posto.

punizione costumada f.

punta ponta f., anche punta dell’uovo; ponta e cul del uof, polo a punta e polo largo dell’uovo; su la ponta de la lenga, sulla punta della lingua; in ponta de pè, in punta di piedi; spiz m.; sul spiz, sulla parte appuntita.

puntale pontal m. puntale della calza, dell’ombrello; sponcion m. (p1. -ogn) puntale del bastone, dell’ombrello; sponton m. (p1. –ogn) puntale del bastone.

puntare pontà vb. tr. aggiustare la mira (pontà l s-ciop).

puntata scampada f. puntata rapida e veloce; scampon m. visita brevissima; tirà n scampon, andare e tornare rapidamente.

puntellare pontelà vb. tr.

puntellatura pontelada f.

puntello pontèla f. stanga usata come puntello; colonda f. trave di legno usata come sostegno; seponda f.; se­pontela f. piccolo puntello.

punteruolo sponderuol m. mest. (p1.-oi); sponderuola f. mest. attrezzo del calzolaio costituito da uno spuntone di ferro per forare il cuoio; ponta f. mest.; ponta e mazot, punteruolo e mazzuolo; pontaruol m.puntiglio stico m.; par stico, per puntiglio; par duc i stichi, a tutti i costi.

puntiglioso sofistico m. agg.

puntino pit m. zool. (p1. pic) puntino nel tuorlo dell’uovo.

punto pont m., nel cucito; m ài molà i ponc, me é dut du i ponc, mi si sono allentati i punti; dame n pont a sta ciamisa, dammi un punto a questa camicia; no tegnì pi 1 pont, detto di stoffa che non tiene più i punti; punt m., nella loc. in punt de mort; capo m.;l capo principal, l capo prim, l capo primo l é che, il punto principale è che...

puntolino pusol m. (p1. -oi); pusola f.

puntone sponton m. (p1. -ogn).

puntuale puntual m. agg.

puntualità ruà in temp, ruà aora, esse aora loc.

puntualmente aora, a ora loc. avv. a tempo; ruà a ora, fare a tempo.

puntura ponta f.; na onta e na ponta, una unzione e una puntura; becon m. (p1. -ogn) puntura violenta e dolorosa di insetto o di rettile; becada f. puntura di insetto o di serpe; la becada de n pules, la puntura di una pulce; pontura f.; spignada, spinada f. puntura provocata da spini; spontigiada f.

punzecchiare spontigià vb. tr.; sforingià vb. tr.; botonà vb. tr. gerg.


 

info@istitutoladino.it

Iscriviti alla nostra newsletter

Name


E-mail


Subscribe


Unsubscribe