Dizionario Italiano - Ladino Selvano       inizio

 

Totale lemmi: 54


qua ca avv.; incà, in ca, di qua, da questa parte; ca e là, qua e là; apede ca, nei pressi, accanto; pincà, pi in ca, più in qua; cadert, ca dert, tutto dritto in senso orizzontale; cainte, qua dentro; damecà, dame ca, dammi qua; dacainavant, da ca inavant, da ora in avanti; dacà n an, dopo un anno; da chela ota incà, da quella volta in poi; da n toch incà, da molto tempo a questa parte; tirà ca, tirare fuori, tirare in mezzo; tirare in ballo, toccare un argomento; decà loc. avv. di qua, più in qua; cavìa avv. di qua, più in qua, da questa parte; no i ne lassa cavìa vé, non ci lasciano sicuramente su questo mondo; chilò avv.; stonsene chilò, stiamocene qua; chest chilò, questo qua; chesta chilò, questa qua; chilò apede, qua appresso; chilò fuora, inte, ca, via, su, du, di qua in fuori, di qua in dentro, qua accanto, via per di qua, di qua in su, di qua in giù.

quaderno cuaderno m.

quadrato cuoder, cuadro m. agg.; cuadrato m. agg. sost.

quadriglia cuadrilia f. tipo di danza.

quadro cuader m.

quaggiù cadù avv.

quaglia cuaia f. zool. (Tetrao coturnix L).

qualche calche agg. indef.; calche viaz, qualche volta; calche auter, qualche altro; calche ota loc. avv. qualche volta; nossece agg. indef.; 1 é nossece animal che me fà dan inte ort, c’è qualche animale che mi fa danno nell’orto; ài nossece legne da me portà, ho un po’ di legna da portarmi; nosseche agg. indef.; valch agg. indef.; valch ote delle volte, qualche volta; inte valch dì, tra qualche giorno; valgó avv. in qualche luogo, da qualche parte; anche in valgó; l é poben in valgó, da qualche parte si trova senz’altro; valgó auter, valgó de auter, in qualche altro luogo.

qualcheduno calcheun m. pron. indef.; valgugn m. pron. indef.

qualcosa nossece pron. indef.; nossece che l é stat, una cosa o l’altra che fosse; nossece de bel, qc. di bello; nossece che l à dit, qualcosa che abbia detto; nosaicie pron. indef. qualche cosa, non so cosa; come se fosse nossaicie, come se fosse non so che cosa; nosseche pron. indef.; valch pron. indef.; valch de pi, qualcosa di più; valch manco, qualcosa di meno; valch apede valch, qc. in aggiunta a qc.; se tirà valch dintor, mettersi qc. addosso; par valch de così, per qc. di simile, per qc. del genere; valch apede l pan, apede la polenta, qc. da mangiare col pane, con la polenta; valcauter pron. indef. qualcosa d’altro.

qualcuno calcheun m. pron. indef. (f. calcheuna) qualche-duno; varda se te n cate calcheun, guarda se ne trovi qualcuno; nossacai pron. indef. un certo, un tale non so chi; l é vegnù nossacai, è venuto qualcuno; nossacai à vedù, qualcuno ha veduto; valgugn m. pron. indef. (f. p1. valgune); valgugn de auter, qualcun altro.

quale cal m. pron. agg. (p1. cai, f. cala); cie, ce agg. indef. interr.; ce ora elo, che ora è; ce massarie te meteto, che vestito ti metti; ci agg. indef. interr.; ci ora elo, che ora è; ci bel, che bello; ci massarie t asto metù, quale vestito ti sei messo; cuale f., in loc. del tipo: no l é tant par la cuale, non è persona tanto raccomandabile.

qualità sort f.; per sort, par sort, per sorte, per qualità; de na sort o de l autra, di una specie o dell’altra; cualità f.; spezie f.

qualsiasi cochemai avv.; comechemai, come che mai avv. in qualsiasi modo.

qualunque che mai agg. indef.; un che mai, uno qualunque; doi omegn che mai, due uomini qualunque.

quando can, incan avv.; can vegnaralo, quando verrà?; da can incà, da quanto tempo a questa parte?; can sì e can no, quando sì e quando no; nossacan, non so quando; can mai, quando mai. canche, incanche, cong. quando, allorché; no sai canche l torna, non so quando torna; canche te vol, quando vuoi; canche te puol, quando puoi; canchemai, can che mai in qualsiasi momento; non appena; te puol vignì can che mai, puoi venire in qualsiasi momento; canchemai te puol, non appena puoi; canchemai no son dut, accidenti a quella volta che non andai; canche l vegn, quando viene; fin canche, fin quando; da canche, da quando; chissacan avv. chi sa quando; co avv. cong. (non è usato in frasi interr. dir.); vegne co te vo1, vengo quando vuoi; no sai co l ven, non so quando viene; co te puol, quando puoi.

quantità massa f.; na massa de roba, una gran quantità di roba; daina f.; diversità f. gran numero, gran quantità; puia f. gran quantità; na bona puia, una gran quantità.

quanto cuant m. agg. pron. (pl.. cuanc); cuanc de agn asto, quanti anni hai; cuant vosto, quanto vuoi; dut cuant, duc cuanc, tutto quanto, tutti quanti; cuanta avv., in loc. del tipo: cuanta ti! ma va’, che dici, non è possibile!; cuanta chel! a dar retta a quello!; cuanta mi, ma ti ve! per me non è nulla, il peggio è per te; cuanta, se l vegnisse! se Dio volesse che venisse!; cuanta! ahimè, questo non sarebbe nulla!

quaranta cuaranta agg. num. inv.

quarantena cuarantena f.

quarantesimo cuarantesim num. ord.

quarantina cuarantena f.

quarantotto cuarantaot agg. num. inv.

Quaresima Caresema f.

quarteruolo cartaruol m. agr. (p1. -oi) quarto di cialvia.

quartiere cuartier m.; dì a cuartier, alloggiare in affitto.

quarto cuart, cuarto m. agg. ordin. (p1. cuarc, f. cuarta); prim cuart, ultim cuart de luna, primo quarto, ultimo quarto di luna; cuart, cuarto m. sost. quarta parte; n cuart de vin, un quarto di vino, un quartino; damene n cuart, dammene un quarto; trei cuarc, tre quarti; stort m. mest. quarto di circonferenza della ruota di un carro o del mulino (stort da roda).

quasi debota avv.; sto lat 1 é debota vignù ager, questo latte si è quasi inacidito; cuasi avv.; scuasi avv.; taco m., nella loc. a taco, quasi; no stà dì taco fin che no l é inte saco.

quatto vato vato, cuato cuato m. agg. avv. quatto quatto.

quattordici catordes agg. num. inv.

quattrini schei m. pl.; concuibus m. p1. gerg.; boro m. gerg.; no l à n boro, non ha un soldo.

quattro cuater agg. num. inv.; loc. avv. in cuater, carponi; se fai in cuater, farsi in quattro; esse a sti cuater, essere a questi quattro (tro-varsi in condizioni difficili).

quattrocento cuaterzent, cuatrosento agg. num. inv.

quattromila cuatermile, cuatermila agg. num. inv.

quello chel m. pron. agg. dimostr. (p1. chi, f. chela); chi là, quelli là; chi tosac, quei bambini; chelauter m. pron. agg. indef. (p1. chiauter, f. chelautra) quel-l’altro; tirà fuora un e mete inte chelauter, giustificare uno e incolpare l’altro; disea chelauter, come diceva quello; chelautra ota, quella volta; da chelautracà, da chelautra via, da chelautrassù, da chelautradù, da chelautra inte, da chelautra fuora, da quell’altra parte, in senso orizzontale oppure dal basso verso l’alto, dall’alto verso il basso, secondo il punto di vista e il senso di orientamento di chi parla.

quercia roe m. bot. (Quercus sessilifolia L); l é come n ciodo piantà inte 1 roe, è come un chiodo piantato nel rovere (ostinato, irremovibile).

querelare ciamà par lege vb. tr.quesito domanda f.

questionare cuestionà, custionà vb. intr.

questione cuestionada f.; cuestion f.; custion f. (p1. -ogn); ài bù custion, ho avuto da ridire; capo m.; 1 capo principal, l capo prim, l capo primo l é che, la questione principale è che...

questo chest m. pron. agg. dimostr. (p1. chis-c, f. chesta). Col pron. si formano le consuete loc. avv. di luogo: da chesta su, da questa parte, verso l’alto; da chesta du, da questa parte, verso il basso, in discesa; da chesta ca, da chesta via, da chesta inte, da chesta fuora, di qua, in questa direzione, in un senso o nel-l’altro secondo il punto di vista e il senso di orientamento di chi parla; chest chilò, chesta chilò, questo qui, questa qui; chest auter, chesta autra, chis-c auter, quest’altro, quest’altra, questi altri; sto m. agg. dimostr. (f. sta, p1. sti); sta stemana, questa settimana; sto temp, questo tempo.


 

info@istitutoladino.it

Iscriviti alla nostra newsletter

Nome


E-mail


Iscriviti


Cancellati