Terzo libretto di poesie in zoldano per Renato Mosena

 

L'Istituto Ladin de la Dolomites ha pubblicato, per i tipi della Tipografia Ghedina di Cortina, “Zanpedoon, arđeent e ram” (48 pp., € 7,00), titolo numero 11 della collana di letteratura fondata nel 2011 e terza opera di Renato Mosena “dal Poont”, di Sommariva di Zoldo. Anche per questo, l'Istituto è orgoglioso di avere “formato” Mosena che, con quanto finora ha pubblicato, ha potuto prendere parte a vari concorsi ed ha ottenuto anche alcuni riconoscimenti. Pare di percepire che alle spalle di Mosena si ponga un paese, una valle che apprezza la letteratura in zoldano, appagando così chi prova a pubblicare qualcosa, oggi che l'editoria è diventata una grande scommessa. Renato è una persona nota in valle, e i suoi paesani si stanno abituando a scoprire quanto scrive nella parlata locale. Chi le leggerà, potrà apprezzare i versi di Mosena cercandovi lo “spirito zoldano” che permea la vallata, oltre a riconoscervi il desiderio di raccontare e raccontarsi che è proprio di tutti coloro che scrivono. L'Istituto Ladin promuove quindi volentieri la nuova prova dell'autore zoldano, ventidue poesie composte con trasporto per la propria storia, la propria gente, la propria valle.

La pubblicazione è disponibile presso l'autore, l'Istituto Ladin de la Dolomites (tel. 0435 482828, mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ) e alcuni esercizi referenti dell'Istituto stesso, in Val di Zoldo e a Belluno città.

 

Borca di Cadore, 15 marzo 2017.

 

 

info@istitutoladino.it

Iscriviti alla nostra newsletter

Nome


E-mail


Iscriviti


Cancellati